Le misteriose “piramidi” dell’Etna


Sull’Etna ci sono le piramidi? Secondo alcuni studiosi, prevalentemente stranieri, sì. Una ricerca pubblicata circa cinque anni fa da uno storico francese, Antoine Gigal, ha individuato nelle campagne ai piedi del vulcano quaranta costruzioni “misteriose” che ricordano fin troppo gli edifici sacri del Centro America. Proprio le piramidi quadrate messicane, ma in versione siciliana. Anzi, […]

Leggi di più…




Milo, la cappella abbracciata dalla lava


Proseguendo il nostro itinerario tra le chiese dell’Etna sepolte o sfiorate dalla lava, dopo le sorprendenti  Nunziata, Mompileri e Campanarazzu, ci dirigiamo verso la parte nord del vulcano. La strada è quella che dal fianco orientale porta verso Etna Nord, scavalcando il fianco all’altezza del Rifugio Citelli. Per imboccarla si deve arrivare a Fornazzo, piccola […]

Leggi di più…




Cantine dell’Etna, patria del buon vino siciliano


Non è un caso se l’Etna è la patria del buon vino siciliano. Il fatto di essere un vulcano, infatti, ha un peso fondamentale nel risultato della coltivazione delle viti. Il terreno lavico è ricco di proprietà nutritive che l’uva assorbe e che, insieme al clima – particolare, diverso dal resto della Sicilia – porta […]

Leggi di più…




Etna e Stromboli, c’è un legame?


I turisti se lo chiedono continuamente. La gente del posto ne è quasi sicura.  Etna e Stromboli sono legati da qualche filo invisibile, sotterraneo, possibilmente… “rosso” come la lava. Non può essere altrimenti, ecco perché le loro esplosioni, le eruzioni, avvengono quasi simultaneamente. Oppure una “chiama” e l’altro “risponde”.  Sembra quasi un coro di amorosi […]

Leggi di più…




Chiesa del Campanarazzu a Misterbianco


Campanarazzu è la terza tappa del nostro percorso tra le chiese sepolte sotto la lava dell’Etna. Stavolta andiamo a Misterbianco, a sud-ovest di Catania e sembra strano perché il vulcano appare lontano, da qui. Invece l’Etna ha lasciato la sua pesante impronta anche in questa zona, con una eruzione laterale scaturita nel 1669 dai crateri […]

Leggi di più…




Etna: quando collassò il Grande Vulcano


L’Etna è un vulcano giovane, potremmo dire “adolescente”. La sua vita è ancora breve, secondo i canoni della vulcanologia, eppure nonostante la sua storia recente conta già eventi importanti. Forse il più importante di tutti è stato il collasso del Grande Vulcano che ha generato in parte la forma attuale dell’Etna. Quella che si può […]

Leggi di più…




Mompileri, il santuario dentro la lava


Quando verrete sull’Etna, in vacanza, seguite l’itinerario delle chiese sepolte dalla lava. Sono luoghi affascinanti, misteriosi, un po’ inquietanti e ricchi di storia, come il Santuario di Mompileri. Siamo sul fianco sud dell’Etna, nel territorio del comune di Mascalucia e a poca distanza da quei Monti Rossi che – formatisi con l’eruzione del 1669 – […]

Leggi di più…




Vacanze Covid-free in Sicilia: si può fare


Giorno 8 giugno 2020, la provincia di Siracusa viene dichiarata “Covid Free” perché non registra contagi né decessi a causa del Coronavirus da due settimane. Poco prima, anche la provincia di Trapani aveva raggiunto questo traguardo. Ci sono località, come l’isola di Pantelleria, dove la malattia non è mai arrivata. E anche nelle zone in […]

Leggi di più…




I serpenti dell’Etna, come riconoscerli


Sull’Etna ne incontrerete tanti, specie in estate. Ma nessuna paura, sono quasi tutti innocui. Parliamo dei serpenti, rettili molto diffusi sul corpo del vulcano e animali molto utili all’equilibrio dell’habitat di montagna. Non bisogna temerli, a meno che non siano vipere. Per questo è bene imparare a riconoscerli prima di avventurarsi in escursione in questo […]

Leggi di più…




Tre modi alternativi di scoprire l’Etna


Se avete scelto la nostra guida, siete appassionati di alte quote e di bei posti e desiderate scoprire l’Etna nei suoi angoli più segreti e originali. Con le jeep si può arrivare dove nessun altro mezzo arriva, in cima al deserto lavico che circonda i crateri principali, a ridosso delle grotte, ai bordi dei canaloni. […]

Leggi di più…