Termini & Condizioni

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

Ultima revisione: 17/03/2017
1. NORME APPLICABILI

Il contratto di compravendita di pacchetto turistico, sia che i servizi o le prestazioni ad esso relativi debbano esser forniti in territorio nazionale ovvero all’estero, è  disciplinato dal “Codice del Turismo” (D.lgs. 23.5.2011 n. 79 – Allegato I, artt. 32 – 51) e, se ed in quanto applicabili,  dalla L. 27/12/1977 n. 1084 (Ratifica ed esecuzione della Convenzione Internazionale relativa al contratto di viaggio (CCV) firmata a Bruxelles il 23.4.1970) e dal D.Lgs. 6.9.2005 n. 2006 (“Codice del Consumo”).

Il contratto è altresì regolato dalle presenti Condizioni Generali, dalle clausole riportate nel catalogo, nell’opuscolo informativo e nella documentazione di viaggio consegnata al cliente.

La descrizione del pacchetto turistico oggetto del contratto è contenuta sul sito e nell’opuscolo informativo.

2. DEFINIZIONI
Ai fini del presente contratto si intende per:
• organizzatore di viaggio: il soggetto che si obbliga, in nome proprio e verso corrispettivo forfetario, a procurare a terzi pacchetti turistici, realizzando la combinazione degli elementi di cui all’art. 34 D.Lgs. 79/2011, o offrendo al turista, anche tramite un sistema di comunicazione a distanza, la possibilità di realizzare autonomamente ed acquistare tale combinazione;
• intermediario: il soggetto che, anche non professionalmente e senza scopo di lucro, vende, o si obbliga a procurare a terzi pacchetti turistici realizzati ai sensi dell’ articolo 34 D.Lgs. 79/2011 verso un corrispettivo forfetario o singoli servizi turistici disaggregati;
• turista: l’acquirente, il cessionario di un pacchetto turistico o qualunque persona anche da nominare, purché soddisfi tutte le condizioni richieste per la fruizione del servizio, per conto della quale il contraente principale si impegna ad acquistare senza remunerazione un pacchetto turistico.
L’organizzatore può vendere pacchetti turistici direttamente o tramite un venditore o tramite un intermediario.

3. ORGANIZZATORE DI VIAGGIO

Il pacchetto turistico, Escursione, Tour, servizio in genere oggetto del contratto è organizzato da SICILY ACTION SRL (d’ora in avanti anche semplicemente “organizzatore”), con sede in SAN GIOVANNI LA PUNTA CT, via Roma 114 – autorizzata con Autorizzazione Regione Siciliana rilasciata il 16 Dicembre DDS 3451S7 è coperta da polizza assicurativa per la responsabilità civile e professionale multi rischi n. 78898681 stipulata con la compagnia di assicurazioni Allianz.
Il presente catalogo è valido dal 1 Gennaio al 31 Dicembre. L’organizzatore si riserva comunque di modificarlo in relazione a mutamenti delle circostanze di fatto o a modifiche normative.

4.  NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO
Ai sensi dell’art. 34 D.Lgs. 79/2011, i pacchetti turistici hanno per oggetto i viaggi, le vacanze, i circuiti tutto compreso, le crociere turistiche, escursioni giornaliere, tour, risultanti dalla combinazione, da chiunque ed in qualunque modo realizzata, di almeno due degli elementi di seguito indicati, venduti od offerti in vendita ad un prezzo forfetario:  a)  trasporto; b)  alloggio; c)  servizi turistici non accessori al trasporto o all’alloggio d) guide, che costituiscano, per la soddisfazione delle esigenze ricreative del turista, parte significativa del pacchetto turistico.

5. CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTO TURISTICO
Il turista ha diritto di ricevere copia del contratto di vendita di pacchetto turistico, redatto in forma scritta, sottoscritto dall’organizzatore o venditore. Il contratto contiene i seguenti elementi:

a)  destinazione, durata, data d’inizio e conclusione, qualora sia previsto un soggiorno frazionato, durata del medesimo con relative date di inizio e fine;
b)  nome, indirizzo, numero di telefono ed estremi dell’autorizzazione all’esercizio dell’organizzatore o dell’intermediario che sottoscrive il contratto;
c)  prezzo del pacchetto turistico, modalità della sua revisione, diritti e tasse sui servizi di atterraggio, sbarco ed imbarco nei porti ed aeroporti e gli altri oneri posti a carico del turista;
d)  importo, comunque non superiore al venticinque per cento del prezzo, da versarsi all’atto della prenotazione, nonché il termine per il pagamento del saldo; il suddetto importo è versato a titolo di caparra ma gli effetti di cui all’articolo 1385 del codice civile non si producono qualora il recesso dipenda da fatto sopraggiunto non imputabile, ovvero sia giustificato dal grave inadempimento della controparte;
e)  estremi della copertura assicurativa obbligatoria e delle ulteriori polizze convenute con il turista;
f)  mezzi, caratteristiche e tipologie di trasporto, data, ora, luogo della partenza e del ritorno, tipo di posto assegnato;
g)  ove il pacchetto turistico includa il trasporto aereo, il nome del vettore e la sua eventuale non conformità alla regolamentazione dell’Unione europea;
h)  ove il pacchetto turistico includa la sistemazione in albergo, l’ubicazione, la categoria turistica, il livello, l’eventuale idoneità all’accoglienza di persone disabili, nonché le principali caratteristiche, la conformità alla regolamentazione dello Stato membro ospitante, i pasti forniti;
i)  itinerario, visite, escursioni o altri servizi inclusi nel pacchetto turistico, ivi compresa la presenza di accompagnatori e guide turistiche;
l)  termine entro cui il turista deve essere informato dell’annullamento del viaggio per la mancata adesione del numero minimo dei partecipanti eventualmente previsto;
m)  accordi specifici sulle modalità del viaggio espressamente convenuti tra l’organizzatore o l’intermediario e il turista al momento della prenotazione;
n)  eventuali spese poste a carico del turista per la cessione del contratto ad un terzo;
o)  termine entro il quale il turista deve presentare reclamo per l’inadempimento o l’inesatta esecuzione del contratto;
p)  termine entro il quale il turista deve comunicare la propria scelta in relazione alle modifiche delle condizioni contrattuali di cui all’art. 41 D.Lgs. 79/2011.
Il contratto è documento il cui possesso è indispensabile per accedere eventualmente al Fondo di Garanzia di cui all’art. 21 delle presenti Condizioni Generali di Contratto.

6. INFORMAZIONI OBBLIGATORIE – SCHEDA TECNICA.
L’organizzatore ha l’obbligo di realizzare una scheda tecnica, in catalogo o nel programma fuori catalogo, anche su supporto elettronico o per via telematica, riportante obbligatoriamente i seguenti elementi:
• estremi dell’autorizzazione amministrativa dell’organizzatore;
• estremi della polizza assicurativa responsabilità civile;
• periodo di validità del catalogo o programma fuori catalogo o viaggio su misura;
• modalità e condizioni di sostituzione e cessione del contratto (art. 39 del Codice del Turismo);
• cambio di riferimento ai fini degli adeguamenti valutari, giorno o valore (art.40 del Codice del Turismo)
L’organizzatore inoltre informerà il/i turista/i circa l’identità del/dei vettore/i effettivo/i nei tempi e con le modalità previsti dal Reg. CE  2011/2005.
L’organizzatore fornirà al turista le informazioni di cui all’art. 37 del Codice del Turismo.
Quando il contratto è stipulato nell’imminenza della partenza, le indicazioni di cui all’art. 37. co. I del Codice del Turismo saranno fornite contestualmente alla stipula del contratto.
Ai sensi dell’art.32, comma 2, del Codice del Turismo, nel caso di contratti conclusi a distanza o al di fuori dei locali commerciali, l’organizzatore si riserva di comunicare per iscritto l’inesistenza del diritto di recesso previsto dagli artt. 64 e ss. del D.Lgs. 206/2005 (Codice del Consumo).

7. OPUSCOLO INFORMATIVO
L’organizzatore consegnerà al turista l’opuscolo informativo relativo al pacchetto di viaggio contenente:
a)  la destinazione, il mezzo, il tipo, la categoria di trasporto utilizzato;
b)  la sistemazione in albergo o altro tipo di alloggio, l’esatta ubicazione con particolare riguardo alla distanza dalle principali attrazioni turistiche del luogo, la categoria o il livello e le caratteristiche principali con particolare riguardo agli standard qualitativi offerti, la sua approvazione e classificazione dello Stato ospitante;
c)  i pasti forniti;
d)  l’itinerario;
e)  le informazioni di carattere generale applicabili al cittadino di uno Stato membro dell’Unione europea in materia di passaporto e visto con indicazione dei termini per il rilascio, nonché gli obblighi sanitari e le relative formalità da assolvere per l’effettuazione del viaggio e del soggiorno;
f)  l’importo o la percentuale di prezzo da versare come acconto e le scadenze per il versamento del saldo;
g)  l’indicazione del numero minimo di partecipanti eventualmente necessario per l’effettuazione del viaggio tutto compreso e del termine entro il quale il turista deve essere informato dell’annullamento del pacchetto turistico;
h)  i termini, le modalità, il soggetto nei cui riguardi si esercita il diritto di recesso ai sensi degli articoli da 64 a 67 del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, nel caso di contratto negoziato fuori dei locali commerciali o a distanza;
i)  gli estremi della copertura assicurativa obbligatoria, delle eventuali polizze assicurative facoltative a copertura delle spese sostenute dal turista per l’annullamento del contratto o per il rimpatrio in caso di incidente o malattia, nonché delle eventuali ulteriori polizze assicurative sottoscritte dal turista in relazione al contratto.
Le informazioni contenute nell’opuscolo vincolano l’organizzatore e l’intermediario in relazione alle rispettive responsabilità, a meno che le modifiche delle condizioni ivi indicate non siano comunicate per iscritto al turista prima della stipulazione del contratto o vengano concordate dai contraenti, mediante uno specifico accordo scritto, successivamente alla stipulazione.
Sono parificati all’opuscolo le informazioni ed i materiali illustrativi divulgati su supporto elettronico o per via telematica.

8. PRENOTAZIONI
Le prenotazioni si ricevono presso la sede della società organizzatrice in via Roma 114, San Giovanni La Punta, CT. Tel. +39 0958998743 Fax +390958880193 e-mail: [email protected], [email protected], [email protected], [email protected]
La domanda di prenotazione dovrà essere redatta su apposito modulo, se del caso elettronico, compilato in ogni sua parte, sottoscritto dal cliente ed inviato anche via e-mail, o via fax.
L’accettazione delle prenotazioni si intende perfezionata, con conseguente conclusione del contratto, solo nel momento in cui l’organizzatore invierà conferma, anche a mezzo sistema telematico, al cliente eventualmente presso l’agenzia di viaggi venditrice.
Le indicazioni relative al pacchetto turistico non contenute nei documenti contrattuali, nel catalogo ovvero in altri mezzi di comunicazione scritta, saranno fornite dall’organizzatore in regolare adempimento degli obblighi previsti a proprio carico in tempo utile prima dell’inizio del viaggio.
L’accettazione delle prenotazioni da parte dell’organizzatore e’ subordinata alla disponibilità di posti.
L’organizzatore si riserva il diritto di non effettuare il viaggio qualora non venga raggiunto il numero minimo di partecipanti eventualmente indicato nel catalogo, informandone il viaggiatore in forma scritta con almeno venti giorni di preavviso rispetto alla data prevista di inizio del viaggio.

9. PAGAMENTI
In mancanza di diverse disposizioni contenute nelle condizioni particolari disciplinanti i singoli pacchetti turistici, all’atto della prenotazione dovrà essere versato, a titolo di acconto, il 25% del prezzo del pacchetto turistico; il saldo dovrà essere versato almeno 7 giorni prima della partenza, oppure in concomitanza con la prenotazione, se questa è effettuata nei 20 giorni antecedenti la partenza.
Il mancato pagamento del saldo del prezzo del pacchetto turistico entro il termine stabilito costituisce una clausola risolutiva espressa con la conseguenza che l’organizzatore avrà diritto, per ciò solo, di ritenere automaticamente risolto il contratto e richiedere al Turista la corresponsione di una penale pari al 100 % del prezzo del pacchetto.

10.  PREZZO
I prezzi dei pacchetti turistici pubblicati sul catalogo sono espressi in Euro e sono stati calcolati in base alle tariffe ed ai costi alberghieri in vigore nel mese di Ottobre, secondo i contratti stipulati con i vettori e i fornitori dall’organizzatore.
Il prezzo del pacchetto turistico è determinato nel contratto, con riferimento a quanto indicato in catalogo o nell’opuscolo informativo ed agli eventuali aggiornamenti degli stessi successivamente intervenuti.
La revisione del prezzo di vendita del pacchetto turistico convenuto dalle parti è ammessa fino a 20 giorni prima del viaggio, in conseguenza della variazione del costo del trasporto, del carburante, dei diritti e delle tasse quali quelle di atterraggio, di sbarco o imbarco nei porti o negli aeroporti, del tasso di cambio applicato.
Per tali variazioni si farà riferimento al corso dei cambi ed ai costi di cui sopra in vigore alla data di conclusione del contratto.
La revisione al rialzo non può in ogni caso essere superiore al 10% del prezzo nel suo originario ammontare.
Quando l’aumento del prezzo superasse la percentuale di cui al comma precedente, ciascuna parte potrà recedere dal contratto, previo rimborso delle somme già versate alla controparte.
Il prezzo non potrà in ogni caso essere aumentato nei venti giorni che precedono la partenza.

11.  MODIFICA O ANNULLAMENTO DEL PACCHETTO TURISTICO PRIMA DELLA PARTENZA
Prima della partenza l’organizzatore che abbia necessità di modificare in modo significativo uno o più elementi del contratto, ne darà immediato avviso in forma scritta al turista, indicando il tipo di modifica e la variazione del prezzo che ne consegue.
Ove non accetti la proposta di modifica di cui al paragrafo che precede, il turista potrà recedere, senza pagamento di penali, ed avrà diritto a quanto previsto nell’articolo 42 D.Lgs. 79/2011.
Il turista comunicherà la propria scelta all’organizzatore o all’intermediario, per iscritto, entro due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l’avviso indicato al comma 2.
Analogamente il turista potrà esercitare i diritti di cui sopra anche per il caso di annullamento del contratto che dipenda dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti previsto dal catalogo o dal programma fuori catalogo, ovvero sia dovuto a caso fortuito o forza maggiore riferibili al pacchetto acquistato.
Dopo la partenza, quando una parte essenziale dei servizi previsti dal contratto non possa essere effettuata, l’organizzatore predisporrà adeguate soluzioni alternative per la prosecuzione del viaggio programmato non comportanti oneri di qualsiasi tipo a carico del turista o, in alternativa, rimborserà quest’ultimo nei limiti della differenza tra le prestazioni originariamente previste e quelle effettuate, salvo il risarcimento del danno che il turista dimostri di aver subito.

12.   RECESSO DEL TURISTA
Il turista potrà recedere dal contratto, senza addebito di penali, nelle seguenti ipotesi:
• aumento del prezzo di cui al precedente art. 10 in misura eccedente il 10%;
• modifica in modo significativo di uno o più elementi del contratto oggettivamente configurabili come fondamentali ai fini della fruizione del pacchetto turistico complessivamente considerato e proposta dall’organizzatore dopo la conclusione del contratto stesso ma prima della partenza e non accettata dal Turista.
Nei casi di cui sopra, il Turista ha alternativamente diritto:
• ad usufruire di un pacchetto turistico alternativo, senza supplemento di prezzo o con la restituzione dell’eccedenza di prezzo, qualora il secondo pacchetto turistico abbia valore inferiore al primo;
• alla restituzione della sola parte di prezzo già corrisposta. Tale restituzione verrà effettuata entro sette giorni lavorativi dal momento del ricevimento della richiesta di rimborso.
Il Turista dovrà dare comunicazione della propria decisione (di accettare la modifica o di recedere) entro e non oltre due giorni lavorativi dal momento in cui ha ricevuto l’avviso di aumento o di modifica. In difetto di espressa comunicazione entro il termine suddetto, la proposta formulata dall’organizzatore si intende accettata.
Nessun risarcimento sarà invece dovuto quando la cancellazione del pacchetto turistico dipenda dal mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti eventualmente richiesto ed il turista sia stato informato in forma scritta almeno venti giorni prima della data prevista per la partenza, oppure da causa di forza maggiore, escluso in ogni caso l’eccesso di prenotazioni.
Al turista che receda dal contratto  prima della partenza al di fuori delle ipotesi disciplinate dalle presenti condizioni generali e dal D.Lgs. 79/2011, in mancanza di diverse condizioni particolari stabilite nell’offerta presentata o inviata via e-mail, saranno addebitati – indipendentemente dal pagamento degli acconti già versati – il costo individuale di gestione della pratica, l’eventuale corrispettivo di coperture assicurative già richieste al momento di conclusione del contratto o per altri servizi già resi e le penali calcolate con le seguenti percentuali della quota di partecipazione, determinate in relazione al giorno, antecedente l’inizio del viaggio, in cui è avvenuta la comunicazione del recesso (con esclusione del giorno del recesso, la cui comunicazione dovrà pervenire in un giorno lavorativo utile antecedente quello di inizio del viaggio:
• da 59 a 31 gg.: 10% per tutti i viaggi e soggiorni;
• da 30 a 21 gg.: 25% per tutti i viaggi e soggiorni;
• da 20 ad 8 gg.: 50% per tutti i viaggi e soggiorni;
• da 7 ad 4 gg.: 75% per tutti i viaggi e soggiorni;
• da 3 a 0 gg.: 100% per tutti i viaggi e soggiorni.

Nessun rimborso verrà accordato a chi non si presentasse alla partenza ovvero rinunciasse durante lo svolgimento del viaggio. Così pure nessun rimborso sarà dovuto a chi non potesse effettuare il viaggio perchè sprovvisto dei documenti o dei titoli di viaggio.
Nel caso di gruppi precostituiti, le penali verranno concordate di volta in volta alla firma del contratto

13. MODIFICHE RICHIESTE DAL CLIENTE
Le modifiche richieste dal cliente a prenotazione già effettuata non impegnano l’organizzatore, che potrà decidere a sua discrezione se accettarle o meno. In ogni caso la richiesta di modifica comporterà per il cliente l’addebito di una quota fissa non inferiore ad Euro 20 per pratica per modifiche relative a: località di partenza, trattamento alberghiero, complesso alberghiero, diminuzione durata soggiorno, noleggi servizi vari, data partenza.

14.  SOSTITUZIONI – CESSIONE DEL CONTRATTO
Il turista può sostituire a sé un terzo che soddisfi tutte le condizioni per la fruizione del servizio, nei rapporti derivanti dal contratto, ove comunichi per iscritto all’organizzatore o all’intermediario, entro e non oltre quattro giorni lavorativi prima della partenza, di trovarsi nell’impossibilità di usufruire del pacchetto turistico e le generalità del cessionario.
Il cedente ed il cessionario sono solidamente obbligati nei confronti dell’organizzatore o dell’intermediario al pagamento del prezzo e delle spese ulteriori eventualmente derivanti dalla cessione.
La cessione sarà possibile solo a condizione che il cedente ovvero il cessionario rimborsino all’organizzatore tutte le spese aggiunti ve sostenute per procedere alla sostituzione, nella misura quantificata prima della cessione stessa.
Il cessionario dovrà soddisfare tutte le condizioni per la fruizione del servizio ed in particolare possedere i requisiti relativi al passaporto, ai visti, ai certificati sanitari, e sempre che i servizi previsti dal contratto ovvero quelli offerti in sostituzione possano essere erogati a seguito della sostituzione.
Ulteriori eventuali modalità e condizioni di sostituzione potranno essere indicate nell’opuscolo informativo.

15. OBBLIGHI DEI TURISTI
Nel corso delle trattative, e comunque prima della conclusione del contratto, ai cittadini italiani sono fornite per iscritto le informazioni di carattere generale – aggiornate alla data di stampa del catalogo – relative agli obblighi sanitari e alla documentazione necessaria per l’espatrio, in conformità a quanto previsto dal D.Lgs. 79/2011.
I cittadini stranieri reperiranno le corrispondenti informazioni attraverso le loro rappresentanze diplomati che presenti in Italia e/o i rispettivi canali informativi governativi ufficiali.
In ogni caso i turisti dovranno provvedere, prima della partenza, a verificarne l’aggiornamento presso le competenti autorità (per i cittadini italiani le locali Questure ovvero il Ministero degli Affari Esteri tramite il sito www.viaggiaresicuri.it ovvero la Centrale Operativa Telefonica al numero +39.06.491115) adeguandovisi prima del viaggio.
In assenza di tale verifica, nessuna responsabilità per la mancata partenza di uno o più turisti, anche in relazione alla mancanza ovvero alla irregolarità dei documenti necessari per l’espatrio, potrà essere imputata al venditore o all’organizzatore. I turisti dovranno informare il venditore e l’organizzatore, sotto la propria responsabilità anche in ordine all’esattezza e veridicità delle informazioni e dei dati forniti, della propria cittadinanza e, al momento della partenza, dovranno accertarsi definitivamente di essere muniti dei certificati di vaccinazione, del passaporto individuale e di ogni altro documento valido per tutti i Paesi toccati dall’itinerario, nonché dei visti di soggiorno, di transito e dei certificati sanitari ovvero delle assicurazioni o polizze sanitarie che fossero eventualmente richiesti.
Inoltre, al fine di valutare la situazione sanitaria e di sicurezza dei Paesi di destinazione e, dunque, l’utilizzabilità oggettiva dei servizi acquistati o da acquistare, il turista reperirà (facendo uso delle fonti informative indicate sopra) le informazioni ufficiali di carattere generale presso il Ministero degli Affari Esteri che indica espressamente se le desti nazioni sono o meno assoggettate a formale sconsiglio. I turisti dovranno inoltre attenersi all’osservanza della regole di normale prudenza e diligenza ed a quelle specifiche in vigore nei paesi desti nazione del viaggio, a tutte le informazioni fornite loro dall’organizzatore, nonché ai regolamenti alle disposizioni amministrative o legislative riguardanti il pacchetto turistico.
I turisti saranno chiamati a rispondere di tutti i danni che l’organizzatore e/o il venditore dovessero subire anche a causa del mancato rispetto degli obblighi sopra indicati.
Il turista è inoltre tenuto a fornire all’organizzatore tutti i documenti, le informazioni e gli elementi in suo possesso utili per l’esercizio del diritto di surroga di quest’ultimo nei confronti dei terzi responsabili del danno (art. 48 D.Lgs. 79/2011) ed è responsabile verso l’organizzatore del pregiudizio arrecato al diritto di surrogazione.
Il turista comunicherà altresì per iscritto all’organizzatore, all’atto della prenotazione, le particolari richieste personali che potranno formare oggetto di accordi specifici sulle modalità del viaggio, sempre che ne risulti possibile l’attuazione. Il turista è sempre tenuto ad informare il Venditore e l’Organizzatore di eventuali sue esigenze o condizioni particolari (gravidanza, intolleranze alimentari, disabilità, ecc…) e a specificare esplicitamente la richiesta di relativi servizi personalizzati.

16. CLASSIFICAZIONE ALBERGHIERA
La classificazione ufficiale delle strutture alberghiere viene fornita in catalogo od in altro materiale informativo soltanto in base alle espresse formali indicazioni delle competenti autorità del luogo in cui il servizio è erogato. In assenza di classificazioni ufficiali riconosciute dalle competenti Pubbliche Autorità cui il servizio si riferisce, l’organizzatore si riserva la facoltà di fornire in catalogo o depliant una propria descrizione della struttura ricettiva, tale da permettere una valutazione e conseguente accettazione della stessa da parte del turista.

17. REGIME DI RESPONSABILITA’
Fermi restando i diritti del turista per i casi di recesso o annullamento del servizio ai sensi dell’art. 42 D.Lgs. 79/2011, in caso di mancato o inesatto adempimento delle obbligazioni assunte con la vendita del pacchetto turistico, l’organizzatore e l’intermediario sono tenuti al risarcimento del danno, secondo le rispettive responsabilità. Si considerano inesatto adempimento le difformità degli standard qualitativi del servizio promessi o pubblicizzati.
L’organizzatore o l’intermediario che si avvale di altri prestatori di servizi è comunque tenuto a risarcire il danno sofferto dal turista, salvo il diritto di rivalersi nei loro confronti.
Il danno derivante alla persona dall’inadempimento o dall’inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico è risarcibile secondo le norme stabilite dalle convenzioni internazionali, di cui sono parte l’Italia o l’Unione europea, che disciplinano le singole prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico, così come recepite nell’ordinamento italiano.
Il diritto al risarcimento del danno si prescrive in tre anni dalla data del rientro del turista nel luogo di partenza, salvo il termine di diciotto o dodici mesi per quanto attiene all’inadempimento di prestazioni di trasporto comprese nel pacchetto turistico per le quali si applica l’articolo 2951 del codice civile.
Per i danni diverso dal danno alla persona, derivante dall’inadempimento o dall’inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico, l’organizzatore sarà tenuto al loro risarcimento, ove ne sia accertata la responsabilità, in misura comunque non eccedente al minimo previsto dalle convenzioni internazionali che disciplinano le prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico e dagli articoli 1783 e 1784 del codice civile.
L’organizzatore e l’intermediario sono esonerati dalla responsabilità di cui ai commi che precedono quando la mancata o inesatta esecuzione del contratto sia imputabile al turista o sia dipesa dal fatto di un terzo a carattere imprevedibile o inevitabile, ovvero da un caso fortuito o di forza maggiore.
L’organizzatore o l’intermediario appresteranno con sollecitudine ogni rimedio utile al soccorso del turista al fine di consentirgli la prosecuzione del viaggio, salvo in ogni caso il diritto al risarcimento del danno nel caso in cui l’inesatto adempimento del contratto sia a questo ultimo imputabile.

18.   RECLAMI
Ogni mancanza nell’esecuzione del contratto deve essere contestata dal turista, mediante tempestiva presentazione di reclamo scritto, affinché l’organizzatore, il suo rappresentante locale o l’accompagnatore vi pongano tempestivamente rimedio.
Il turista può altresì sporgere reclamo mediante l’invio di raccomandata o di altri mezzi che garantiscono la prova dell’avvenuto ricevimento, all’organizzatore o all’intermediario, entro dieci giorni lavorativi dalla data di rientro nel luogo di partenza.
19. ASSICURAZIONE CONTRO LE SPESE DI ANNULLAMENTO E DI RIMPATRIO – ASSICURAZIONI VARIE
Fermo l’obbligo per l’organizzatore e l’intermediario di stipulare idonea polizza RC ai sensi dell’art. 50 D.Lgs. 79/2011 e successive, è facoltà del turista stipulare polizze assicurative che, per i viaggi all’estero, garantiscano il rientro immediato del turista a causa di emergenze imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore o dell’intermediario, e che assicurino al turista assistenza anche di tipo economico. Tali polizze possono altresì garantire, nei casi di insolvenza o fallimento dell’intermediario o dell’organizzatore, il rimborso del prezzo versato per l’acquisto del pacchetto turistico. Qualora le spese per l’assistenza e per il rimpatrio siano sostenute o anticipate dall’amministrazione pubblica competente, l’assicuratore è tenuto ad effettuare il rimborso direttamente nei suoi confronti.
Si fa presente che in ogni caso, il Ministero degli affari esteri può chiedere agli interessati il rimborso, totale o parziale, delle spese sostenute per il soccorso e il rimpatrio delle persone che, all’estero, si siano esposte deliberatamente, salvi giustificati motivi correlati all’esercizio di attività professionali, a rischi che avrebbero potuto conoscere con l’uso della normale diligenza.
E’ fatta salva la facoltà per il turista di stipulare al momento della prenotazione anche altre polizze assicurative di assistenza, ad esempio per le spese derivanti dall’annullamento del pacchetto, infortuni e bagagli ovvero per l’assistenza sanitaria.

20.  FONDO DI GARANZIA
Presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo opera il fondo nazionale di garanzia, per consentire, in caso di insolvenza o di fallimento del venditore o dell’organizzatore, il rimborso del prezzo versato ed il rimpatrio del turista nel caso di viaggi all’estero, nonché per fornire una immediata disponibilità economica in caso di rientro forzato di turisti da Paesi extracomunitari in occasione di emergenze, imputabili o meno al comportamento dell’organizzatore.
Le istanze di rimborso al fondo non sono soggette ad alcun termine di decadenza, fatta salva comunque la prescrizione del diritto al rimborso.
Il fondo potrà avvalersi del diritto di rivalsa nei confronti del soggetto inadempiente.

21.  TUTELA DELLA PRIVACY
Il turista autorizza l’organizzatore all’utilizzo ed alla comunicazione a terzi dei suoi dati personali in relazione ad adempimenti connessi con il presente contratto (D.Lgs. 196/2003).

22. ESCURSIONI E TOUR GIORNALIERI
Tutte le escursioni e tour giornalieri offerti su questo sito internet, venduti tramite sito, email, telefono, fax sono soggetti a disponibilità. Possono essere cancellati o spostati di data in caso di condizioni meteorologiche avverse, condizioni vulcanologiche (in caso di tour Etna) o in caso non si raggiungesse un numero minimo di partecipanti pari a 4 (quattro). In caso il nostro driver/autista dovesse attendere più di 20 minuti all’appuntamento concordato per il prelievo la prenotazione verrà considerata “no show” e quindi non potrà essere rimborsata.

23.  LEGGE APPLICABILE – FORO COMPETENTE
Il pacchetto turistico ed il contratto di viaggio sono disciplinati dalla legge italiana.
Qualunque controversia dovesse insorgere tra le Parti in merito alla validità, formazione, esecuzione, adempimento o risoluzione del presente Contratto, sarà devoluta in via esclusiva ed inderogabile alla competenza territoriale del Foro di Catania.

ADDENDUM ALLE CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI SINGOLI SERVIZI TURISTICI
A) Disposizioni normative
I contratti aventi ad oggetto l’offerta del solo servizio di trasporto, ovvero di soggiorno, ovvero di qualunque altro separato servizio turistico, non potendosi configurare come fattispecie negoziale di organizzazione di viaggio ovvero di pacchetto turistico, sono disciplinati dalle seguenti disposizioni della CCV: art. 1, n. 3 e n. 6; artt . da 17 a 23; artt . da 24 a 31, per quanto concerne le previsioni diverse da quelle relative al contratto di organizzazione nonché dalle altre pattuizioni specificamente riferite alla vendita del singolo servizio oggetto di contratto.
B) Condizioni di contratto.
A tali contratti sono applicabili le seguenti clausole delle condizioni generali di contratto di vendita di pacchetti turistici sopra riportate: art. 8 comma 1 (Prenotazioni); art. 9 (Pagamenti);  art. 15 (Obblighi dei turisti); art. 19 (Assicurazioni per annullamento e rimpatrio).  L’applicazione di dette clausole non comporta nè la configurazione dei relativi contratti come fattispecie di pacchetto turistico, nè l’applicazione alle stesse delle disposizioni del Codice del turismo. I riferimenti alle citate clausole e la terminologia in esse utilizzata vanno pertanto intesi con riferimento alle corrispondenti figure del contratto di vendita di singoli servizi turistici (venditore, soggiorno ecc.)

ORGANIZZAZIONE TECNICA:
GOINSICILY – CATANIA
Sicily Action Srl
Via Roma, 114
95037, San Giovanni La Punta (CT)
Tel. +39 0958998743
VAT: IT05304190878
REA: CT-357256
E-Mail: [email protected]

Comunicazione obbligatoria ai sensi
dell’art. 16 della legge 03/08/98 n. 269:
La legge Italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile anche se gli stessi vengono commessi all’estero.