Boati potenti e tanta cenere, Etna spettacolo


Boati, sbuffi, colonna di cenere… ! Sembrava tutto finito ma come diciamo spesso… è l’Etna che decide. E che sorprende, sempre. E così l’attività eruttiva del cratere Voragine (video di Michele Mammino qui) dopo circa 24 ore di pausa è ripresa con potenza intorno alle 2 di notte del 7 luglio, per continuare fino alle […]

Leggi di più…




Etna: partita la grande eruzione alla Voragine


Il comunicato dello INGV si è fatto attendere un po’, ma alla fine ha dichiarato quel che tutti noi abitanti – e turisti fortunati – stavamo già vedendo. L’attività esplosiva del cratere Voragine, uno dei quattro sommitali dell’Etna, è aumentata vertiginosamente nel corso del pomeriggio ed è evoluta a fontana di lava a partire dalle […]

Leggi di più…




La Voragine: l’eruzione entra nel vivo?


Con il comunicato emanato dallo INGV nella giornata del 29 giugno l’eruzione al cratere Voragine, uno dei più grandi tra i sommitali dell’Etna, sembra voler entrare nel vivo. “Sembra”, perché l’Etna fa di testa sua, e non rispetta quasi mai i parametri e i segnali che pure manda ogni giorno. Infatti, al momento, nonostante i […]

Leggi di più…




Etna, la Voragine torna a… cantare!


Era appena finita la II Guerra Mondiale quando la Voragine si aprì in cima all’Etna. Era il mese di ottobre del 1945 e, improvvisamente, una porzione del millenario Cratere Centrale – già allora affiancato dal Cratere di Nord Est – sprofondò creando un foro (pit crater) che iniziò a sua volta una intensa attività eruttiva. […]

Leggi di più…




Località dell’Etna in primavera 2: Pietra Cannone


Il versante nord dell’Etna è quello che conserva più a lungo il fresco dell’inverno, mescolandolo con i primi caldi primaverili per creare un clima particolare che consente lo sbocciare di colori bellissimi. Anche per questo è indicato per una meta primaverile, perché regala alcuni angoli carichi di magia in cui sembra di trovarsi quasi sulle […]

Leggi di più…




Il misterioso parossismo del 2021


Il 2021 è stato uno degli anni più movimentati, sull’Etna, in tema di eruzioni. Una crisi iniziata nel 2020 ha portato il grande vulcano siciliano a eruttare con un ritmo impressionante per i successivi 20 mesi. Dunque, cosa ci può essere di tanto “misterioso” in un parossismo del 2021, ovvero in una delle tante eruzioni […]

Leggi di più…




Bombe vulcaniche, cosa sono e dove trovarle


Le bombe vulcaniche sono brandelli, “gocce”, di lava incandescente che vengono espulse dalla bocca di un vulcano, anche a molti chilometri di distanza. Possono avere dimensioni diverse, andando da alcune decine di centimetri fino a molti metri. Il diametro deve sempre essere superiore a 64 cm, per potersi definire “bomba”, altrimenti rientra nella categoria di […]

Leggi di più…




Località dell’Etna in inverno 3: Randazzo


Per raggiungere Randazzo da Catania occorre fare il giro dell’Etna e perdersi tra distese di vigneti e antiche colate di lava che punteggiano un territorio pianeggiante. O quasi. Situata sul fianco nord del vulcano, questa antichissima città medievale è un punto di riferimento per le più belle escursioni invernali. Su questo lato dell’Etna, infatti, la […]

Leggi di più…




Grotte dell’Etna da esplorare con i bambini


Esplorare l’Etna con i bambini può sembrare un’impresa difficile e stressante, all’inizio. Ma se si sfrutta la naturale passione dei piccoli per la natura e l’avventura diventa tutto più semplice … e l’esperienza si riassume in una sola parola: grotte! L’Etna è un vulcano, e dunque il suo territorio si è formato grazie a eruzioni […]

Leggi di più…




Località dell’Etna in inverno 2: le Ripe della Naca


La località detta “le Ripe della Naca” (le corde della culla), sul fianco est dell’Etna, è suggestiva e affascinante sempre, in ogni stagione. Ma vederla e viverla in inverno, possibilmente con la neve, è un’esperienza che emoziona e non si dimentica facilmente. Queste “corde” in realtà sono enormi cascate di lava che si riversarono giù […]

Leggi di più…