Etna, nuova attività da Voragine e Nord Est



Da un paio di settimane, i fortunati residenti sul fianco occidentale dell’Etna stanno assistendo a una nuova attività dal cratere La Voragine. Si tratta in realtà dell’antico Cratere Centrale, oggi suddiviso in due bocche distinte di cui la Voragine è oggi la più attiva. All’interno del cratere si è formata una piccola frattura dalla quale sono cominciate a fuoriuscire esplosioni stromboliane sempre più potenti. Man mano si è creato un piccolo cono che si sta elevando oltre il bordo della Voragine.

In contemporanea, la mattina del 30 settembre è iniziata una nuova attività dal vicino cratere di Nord Est, con emissioni di cenere e forti esplosioni. Come evolverà la situazione è ancora da vedere. Possiamo però dirvi che questa eruzione è praticamente invisibile dal fianco sud-orientale del vulcano (quello più turistico, in pratica) a causa della mole del cratere Sud Est che nasconde il teatro eruttivo alla costa. (foto Grazia Musumeci)

Autore: Grazia Musumeci