Fichi d’india: un segreto siciliano di bontà


Il fico d’india, come dice la parola stessa, non nasce in Sicilia. Fu “scoperto” dai primi europei che colonizzarono le Americhe – allora chiamate erroneamente Indie – e inizialmente non si pensava affatto che fosse commestibile. Veniva esposto nei giardini e negli orti botanici come curiosità per stupire gli ospiti o per far colore. L’abitudine […]

Leggi di più…



Trunzu di Aci, cosa è e perché vale la pena scoprirlo


Quando i catanesi vogliono insultare gli abitanti della vicina cittadina barocca di Acireale, con cui sono in rivalità da sempre, li chiamano “teste di trunzu” (teste di cavolo) e indicare la loro testardaggine, il loro essere duri di testa come il cavolo (trunzu) che cresce sul loro territorio. Di fatto, insulti a parte, il trunzu […]

Leggi di più…



Etna, delizie d’autunno: un viaggio nel gusto


Il nostro vulcano Etna, in autunno, si colora di magia. E non soltanto perché i suoi boschi si riempiono di foglie gialle, rosse, arancioni ma perché la terra offre i suoi doni più preziosi e gli abitanti della montagna sono prontissimi a coglierli per tempo. Se vi trovate sull’Etna tra ottobre e dicembre non perdete […]

Leggi di più…